Carpenteria meccanica saldata – gestione del processo di saldatura


Bertagnoli gestisce il proprio processo di saldatura seguendo la norma UNI EN ISO 3834 e ha sviluppato/ottenuto:

  • specifiche di procedura di saldatura qualificate (welding procedure qualification record – WPQR) secondo la UNI EN ISO 15614-1:2012 e UNI EN ISO 15614:2017 (per maggiori informazioni richiedi il ns elenco qualifiche);
  • qualifiche dei saldatori secondo la UNI EN ISO 9606-1:2013 per acciaio al carbonio e acciaio inossidabile;
  • qualifica del personale per il controllo delle saldature con liquidi penetranti liv.2 (penetrant test – PT) secondo la UNI EN ISO 9712:2012;
  • qualifica del personale per il controllo delle saldature con polveri magnetiche liv.2 (magnetic test – MT) secondo la UNI EN ISO 9712:2012;
  • qualifica del personale per il controllo visivo delle saldature liv.2 (visual test – VT) secondo la UNI EN ISO 9712:2012;
  • formazione del personale in materia di coordinamento del processo di saldatura livello completo (welding coordinator – WC) secondo la UNI EN ISO 14731:2007;
  • supporto e consulenza di un International Welding Engineer (IWE).

Tali qualifiche permettono all’azienda di eseguire e gestire la produzione di carpenteria meccanica saldata rispettando i requisiti qualitativi richiesti dalla clientela. Il quadro normativo è integrato durante la produzione dalla consultazione delle attuali norme tecniche riguardanti la saldatura per fusione e le modalità operative per la saldatura dei materiali metallici (in particolare acciai al carbonio e acciai inossidabili).

L’azienda inoltre si avvale della consulenza di professionisti per le commesse che comportano giunti saldati su materiali non comuni e di difficile saldabilità.